Siracusa, Guardie giurate del Tribunale incatenate per protesta

Siracusa, Guardie giurate del Tribunale incatenate per protesta

Hanno detto basta e sono tornate a protestare incatenandosi davanti l’ingresso del Tribunale. Le 12 guardie giurate impegnate nel servizio di sorveglianza del Palazzo di Giustizia la scorsa settimana al termine dell’ennesimo incontro in Prefettura avevano dato sette giorni di tempo per trovare una soluzione alla loro vicenda.

I lavoratori non ricevono gli stipendi da febbraio, una situazione che li ha messi in ginocchio, “ma nonostante tutto – dice Gaetano Camilli, rsa Cisal-Sinalv – siamo sempre venuti a lavorare e a svolgere il nostro non semplice compito“.

La vicenda delle guardie va avanti da ormai un anno, con il Comune che già due volte si è sostituito nei pagamenti all’azienda che aveva in gestione l’appalto. “Avevamo chiesto la stessa soluzione durante l’ultimo incontro in Prefettura– prosegue Camilli – anche per questa ultima tranche di pagamenti, ma a a quanto pare per noi non sono rimaste somme“.

Così stamattina le guardie hanno deciso di incrociare le braccia e come già accaduto nei mesi scorsi, hanno dato vita ad una forma pacifica di protesta. “Visto che il Comune non è riuscito a trovare una soluzione – conclude Camilli – adesso confidiamo nella Prefettura. È da un anno che andiamo avanti così, e adesso è il momento di dire basta“.

13 Ottobre 2015

http://www.siracusanews.it/

Questa voce è stata pubblicata in VIGILANZA PRIVATA. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...