Licenziamento guardie giurate a Savona: l’Anggi solidale con la Flaica-Cub

Guardia giurata, vigilante

Savona. Il sindacato Flaica-Cub, che rappresenta le Guardie giurate, è sul piede di guerra per il licenziamento di sei dipendenti dall’Istituto di Vigilanza Vigili dell’Ordine di Savona e quindi ha indetto un’assemblea aperta, domani alle 17, nei locali della propria sede di via Crispi.

Dopo le notizie di ieri, oggi, l’Associazione Nazionale Guardie Giurate, si è mostrata solidale coi colleghi: “E’ una situazione che avevamo già segnalato alle autorità competenti, alla Polizia amministrativa sociale, alla A.S.L. e alla Direzione Territoriale del Lavoro nel marzo dello scorso anno, quando i Vigili dell’ordine avevano chiesto l’apertura della procedura per cassa integrazione per fare fronte ad un esubero di circa 10 unità, esubero inesistente, in quanto in cassa integrazione sono stati posti lavoratori sacrificabili, inoltre si è continuato a fare un uso indiscriminato dello straordinario senza rispettare il C.C.N.L. e il decreto ministeriale 269/10”.“Alle autorità competenti si era fatto presente che i vigili dell’ordine invece di impiegare nei servizi le guardie giurate impiegavano ed impiegano tuttora personale disarmato, non formato e facente parte di una società cooperativa, non rispettando le procedure di sicurezza imposte dal succitato decreto 269/10 e soprattutto il 154/09 decreto che regolamenta i servizi di sicurezza nell’ambito dei porti il quale specifica che all’interno di un area aeroportuale possono espletare servizio solo le guardie giurate” proseguono da Anggi.

L’associazione nazionale guardie giurate punta il dito anche contro la Rsu aziendale: “Un azienda storica per la Provincia di Savona, ma da quando il testimone è passato di padre in figlio la situazione ha incominciato a peggiorare, ‘si pensa solo al profitto e non ai reali bisogni di sicurezza dei dipendenti’ precisa qualche lavoratore non succube di un sistema gestionale da terzo mondo. I sindacati confederali hanno seguito l’iter ma purtroppo qualche pecca gestionale è saltata fuori, i quattro rappresentanti della R.S.U. non hanno gestito al meglio la situazione e i Segretari Provinciali non hanno voluto attuare nessun atto che potesse adducere alla lotta. Per questo motivo una raccolta firme sarà attuata in azienda proprio per chiedere le dimissioni della R.S.U. che non ha saputo gestire la situazione”.

“Come associazione di categoria, A.N.G.G.I. fornirà tutto l’apporto necessario alla causa della Flaica-cub e appoggerà ogni situazione di lotta atta a riportare dignità alla categoria ma soprattutto a fare riavere i posti di lavoro a quelle persone che ora non lo hanno più, per colpa di un capriccio aziendale, numeri alla mano, sfidiamo l’azienda a dimostrare il contrario e a rendere pubbliche le ore di straordinario degli ultimi dieci giorni” concludono dalla Segreteria Nazionale Anggi.

http://www.ivg.it/

08 marzo 2016

 

Questa voce è stata pubblicata in VIGILANZA PRIVATA. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...