Bra: arrestata ex guardia giurata che tentò di uccidere il convivente

Riceviamo e pubblichiamo: “I carabinieri del Comando Provinciale di Cuneo hanno effettuato un’operazione a Cuneo, Bra e Mondovì, volta al rintraccio e alla cattura di pregiudicati colpiti da provvedimenti d’arresto emessi a loro carico dall’Autorità Giudiziaria. Si tratta di 5 persone, tutte poi condotte in carcere o ai domiciliari, a seconda dei casi, dove sconteranno le condanne inflittegli per vari tipologie di reati.

A CUNEO è finito in manette il 55enne disoccupato cuneese N.M. destinatario di un ordine di carcerazione, emesso dalla locale Procura della Repubblica, per il reato di furto aggravato. L’uomo, che ora dovrà scontare una condanna definitiva ad un anno ed un mese di reclusione, è stato accompagnato in carcere. Alcuni anni fa venne denunciato dai carabinieri di Cuneo che, a seguito di indagini, risalirono a lui quale responsabile di una serie di furti di portafogli e danaro contante dalle cartelle di docenti e studenti all’interno di una scuola superiore ubicata in centro città.

Ancora a CUNEO è stato arrestato, su disposizione della locale Procura della Repubblica, il disoccupato 56enne cuneese G.C. per le accuse dei reati di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale, da lui commessi in città nel 2012.

BRA i carabinieri della locale Compagnia e della Stazione di Sommariva Bosco hanno arrestato la 54enne torinese S.P., da qualche tempo domiciliata presso una comunità di recupero del Roero. A suo carico la Corte d’Assise d’Appello di Torino aveva emesso una condanna a 7 anni e 4 mesi di reclusione riconoscendola colpevole di tentato omicidio. I fatti si riferiscono a febbraio del 2014 quando la donna, una ex guardia giurata, al culmine di una lite per gelosia, avendo scoperto che il convivente la tradiva con un’altra, in un appartamento del quartiere Lingotto a Torino lo inseguiva per le stanze sparandogli tre colpi con la pistola d’ordinanza. Poi lei stessa telefonò al 112 ed attese l’arrivo dei carabinieri della Compagnia di Torino/Mirafiori ai quali si consegnò senza opporre resistenza. L’uomo finì in gravissime condizioni alle Molinette ma si salvò. L’arrestata è stata condotta in carcere a Torino.

Sempre a BRA i militari della Compagnia e della Stazione di La Morra hanno fatto scattare le manette ai polsi del 26enne E.N., operaio pregiudicato di origini torinesi, colpito da un ordine di carcerazione per i reati di atti persecutori (stalking), maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e violenza a Pubblico Ufficiale commessi ai danni della ex moglie alcuni anni prima. Per quei fatti ora dovrà scontare 3 anni e 5 mesi di reclusione.

MONDOVI’ è finito agli arresti domiciliari M.T. 49enne pregiudicato del luogo, arrestato dai carabinieri in esecuzione ad un provvedimento di cattura emesso a suo carico dal Tribunale di Sorveglianza di Cuneo perfurto aggravato. Nel 2007 l’uomo aveva perpetrato un furto su un’auto in sosta nel centro cittadino ed ora dovrà restare 10 mesi ai domiciliari”.

28.Giu 2016

http://www.cuneocronaca.it/

Questa voce è stata pubblicata in VIGILANZA PRIVATA. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...